Assicurazione auto: in aumento le truffe online
Autore: Nome Cognome - 19/03/2019

Assicurazione auto: in aumento le truffe online

Scritto da Redazione il 24/02/2020

Al giorno d'oggi, come ben sappiamo, la vita online viaggia in parallelo a quella reale e, il più delle volte, ne determina alcune caratteristiche.

E anche l'e-commerce, negli ultimi anni, di certo non si è fatto desiderare.

Nell'epoca dell'Internet of Things, infatti, l'attività sul web è prassi consolidata anche per tutti i settori economici che, per ovvie ragioni, non possono rinunciare a creare un rapporto ancora più stretto e diretto coi propri clienti.

Il mondo delle assicurazioni non è da meno: la semplicità e la rapidità di utilizzo delle moderne piattaforme digitali – sempre di pari passo con l'attività di intermediari esperti e qualificati – permette ai clienti di selezionare prodotti specifici in base alle proprie esigenze.

Tutto molto bello e soprattutto utile, certo, se non fosse che – specialmente per quanto riguarda l'assicurazione auto – un elevato numero di piattaforme visitate dagli utenti in cerca della migliore polizza possibile appartiene a un gruppo di siti web strutturati appositamente per generare truffe online.

Risparmiare soldi stipulando un'assicurazione auto online è sempre possibile, ma procedere con cautela e prestare attenzione è più che doveroso se non si vuole incappare in vere e proprie estorsioni.

I SITI TRUFFA

Nel corso del 2019, in seguito ad accurate indagini da parte della Guardia di Finanza, sono stati oscurati più di 200 siti web che vendevano assicurazioni auto false.

Tutta questa proliferazione di false polizze auto, in sostanza, non ha fatto altro che rubare letteralmente denaro ai consumatori senza offrire alcuna reale copertura.

Non solo: gli acquirenti, una volta sottoposti a controlli da parte delle forze dell'ordine, non essendo in possesso di un'assicurazione auto regolare, hanno dovuto pagare multe molto salate (da 841 a 3366 euro, in base all'art. 193 del Codice della Strada) vedendosi anche sequestrare il veicolo (con tutte le spese aggiuntive relative anche a eventuali danni arrecati a terzi in seguito a incidenti stradali, da pagare di tasca propria).

Nello specifico dei siti truffa segnalati direttamente dall'IVASS (l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), rispetto a un anno fa questi sono aumentati di numero.

Questi siti sono tra i più pericolosi perché, oltre a fornire polizze false, possono anche accedere al conto corrente di un utente venendo in possesso dei suoi dati sensibili.

Tra i siti più pericolosi segnalati dall'IVASS figurano:

  • www.assicurazioniabaco.it (si dice leader di settore dal 2007 ma è stato disconosciuto dall'IVASS); 
  • www.onebrokerassicurazioni.it (millanta esperienza pluriennale ma risulta irregolare);
  • www.misterpolizza.com (genera polizze false a prezzi stracciati);
  • www.assicuralatemporanea.com (promette sconti del 20% sul premio per furto e incendio e polizze accessorie a costo zero);
  • www.brokerassicurazioni.net (attira l'attenzione vantando una collaborazione pluriennale inesistente con noti intermediari);
  • www.myassicurazione.net (sottoscrive addirittura polizze tramite WhatsApp ma, proprio per questo, si tratta di phishing, cioè sottrazione di dati riservati);
  • www.polizzadiretta.eu (falso sotto ogni punto di vista);
  • www.assicurazionecolombo.it (emette false polizze temporanee da 90 euro per 5 giorni o 380 euro per 120 giorni).

Esiste, inoltre, un elenco completo dei siti web di intermediazione assicurativa indicati come irregolari dall'IVASS.

L'elenco è consultabile qui.

COME NON CASCARCI

Ma come fare a riconoscere i siti truffa nella ricerca di un'assicurazione auto che soddisfi le proprie esigenze?

Ci sono diversi dettagli a cui prestare attenzione.

Spesso i siti truffa si presentano come ufficiali a tutti gli effetti, solitamente mostrando sulle loro pagine i loghi delle compagnie assicurative maggiori o più conosciute.

Si tratta, però, di veri e propri "siti civetta", il cui solo scopo è quello di attirare l'attenzione dell'utente per poi reindirizzarlo verso altri siti allo scopo di estorcere denaro e dati sensibili.

Per accertarsi che un sito di una compagnia sia o meno affidabile, basta verificarne la presenza all'interno del database del sito dell'IVASS (www.ivass.it): qui sono visionabili gli elenchi delle imprese (nazionali ed estere) abilitate a svolgere la propria attività nel nostro Paese.

Nello specifico, è possibile consultare il registro Rui (Registro Unico degli Intermediari) e l'elenco degli Intermediari dell'Unione Europea.

Tutti i siti internet rivolti alla vendita di prodotti assicurativi devono indicare, per legge, tutti i dati identificativi dell'intermediario, il numero e la data di iscrizione al Rui, l'autorizzazione all'esercizio dell'attività da parte dell'IVASS, l'ubicazione della sede e tutti i recapiti disponibili (diffidare di quelli che indicano solo posta elettronica).

Se il sito che si sta visionando non fornisce tutte queste informazioni, si tratta di una piattaforma non conforme alle discipline in materia.

Altri campanelli d'allarme possono arrivare anche dalle modalità di pagamento richieste dal sito che stiamo visionando: i pagamenti dei premi effettuati a favore di carte ricaricabili o prepagate sono irregolari, così come quelli effettuati a favore di persone o società non iscritte agli elenchi IVASS.

LA POLIZZA AUTO DI BENE ASSICURAZIONI

Venendo incontro agli utenti in cerca di una polizza auto su misura per le proprie esigenze in maniera del tutto sicura e trasparente, Bene Assicurazioni S.p.A. è presente sui principali comparatori online (Segugio.it e Facile.it) con AutoFit, l'assicurazione auto full digital che garantisce soluzioni smart e convenienti.

Grazie ad AutoFit potrai disporre di un adeguato servizio di assistenza (sia in fase pre-vendita che post-vendita) e di tutta una serie di garanzie aggiuntive alla RCA e relative a infortuni del conducente (per proteggere te stesso o chiunque si trovi alla guida della tua auto), assistenza stradale e tutela legale (consapevoli del fatto che, in caso di incidente con feriti gravi, la procedura penale è d’ufficio).

AutoFit copre l'assicurato anche su incendio, furto e rapina, atti vandalici, fenomeni naturali, rottura cristalli e, per quanto riguarda la RCA, su danni causati a terzi dalla circolazione del veicolo, responsabilità civile dei trasportati (cioè i danni che questi possono causare involontariamente durante la circolazione), danni causati ai trasportati (nello specifico a individui su sedie a rotelle durante le operazioni di salita o discesa dal veicolo, effettuate con l'utilizzo di appositi mezzi meccanici adeguatamente installati) e ricorso terzi da incendio (danni provocati a terzi dall'incendio del veicolo).

Ma riservando sempre grande importanza a soluzioni omnicanale, in base alle modalità preferite dal cliente per l'acquisto dell'assicurazione auto, Bene Assicurazioni mette a disposizione la sua rete di agenti esperti e qualificati presenti su tutto il territorio italiano.

E proprio grazie alle sue agenzie fisiche, Bene Assicurazioni offre ai clienti anche il prodotto AutoMoto&Van per quanto riguarda le soluzioni assicurative interamente dedicate ai veicoli a motore.

Consulta questa pagina per trovare l'agenzia Bene più vicina a te.