Sindrome da rientro? Ecco come rimettersi in salute al ritorno dalle vacanze
Autore: Nome Cognome - 19/03/2019

Sindrome da rientro? Ecco come rimettersi in salute al ritorno dalle vacanze

Scritto da Redazione il 02/09/2019

"L'estate sta finendo e un anno se ne va", diceva quella famosa canzone. Ma chissà, forse ora sarebbe tutto più tranquillo se al rientro dalle vacanze non fossimo rimasti bloccati nel traffico in autostrada.

Certo, anche ricominciare a pensare alle scadenze e alla routine quotidiana due o tre giorni prima del ritorno non è stata proprio una gran trovata.

E perché siamo così stanchi se ci siamo riposati per un paio di settimane o anche di più? 

D'altra parte, proprio gli ultimi giorni di una vacanza sono quelli in cui ci si sente meno in forma. Anzi, questa condizione ha anche un nome: "sindrome da rientro".

Si tratta proprio di quella strana sensazione di stanchezza e fatica che rende difficile il ritorno alle abitudini quotidiane tanto da renderci anche irritabili e apparentemente incapaci di concentrarci sulle nostre attività professionali.

Tranquilli, però, è tutto normale: il nostro corpo e la nostra mente, dopo essersi lasciati andare al riposo assoluto nel corso della vacanza, ora si trovano solo un po' in difficoltà nel rientrare in schemi rigidi e precisi come quelli che governano la nostra vita quotidiana.

Se poi a tutto questo si aggiunge anche un forte senso di pesantezza fisica dovuta alla sedentarietà estiva e alla sregolatezza delle abitudini alimentari o dei ritmi sonno-veglia del periodo, a porre rimedio sarà il prestare fede a una serie di consigli apparentemente futili ma, nella realtà dei fatti, indispensabili per tornare in forma e affrontare le giornate post rientro nel migliore dei modi. 

TORNARE GRADUALMENTE ALLA QUOTIDIANITÀ

In primo luogo, ci sono alcuni consigli "comportamentali" che possono sembrare innocui ma che, se seguiti alla lettera, permettono di vivere un rientro dalle vacanze molto meno traumatico a livello sia fisico che emotivo.

Se tornare a casa vuol dire sottostare a stress e pressione mettendo subito da parte relax e spensieratezza, allora un rimedio non indifferente può essere quello di rientrare almeno uno o due giorni prima rispetto alla fine del periodo di ferie prese dal lavoro.

In questo modo sarà possibile riabituarsi gradualmente al ritorno alla quotidianità.

Grazie a uno o due giorni di ulteriore riposo, infatti, si può smaltire l'eventuale stress da traffico o spossamento accumulato nel rientro e, allo stesso tempo, recuperare le energie avendo la sensazione di avere la situazione sotto controllo e di essere pronti a tornare alla propria vita quotidiana con la giusta dose di energia.

Tornare a casa uno o due giorni prima del rientro al lavoro, però, può servire anche a fare mente locale sulle attività lasciate in sospeso, così come anche a smaltire la propria casella di posta elettronica e controllare la propria agenda in funzione di un graduale recupero dei propri ritmi lavorativi.

Sbrigare tutto questo durante il primo giorno di rientro al lavoro, infatti, non può fare altro che provocare ulteriore stress e fatica inutile.

Essendo le vacanze un periodo in cui la routine viene messa da parte, può essere frustrante pensare di dover tornare a svegliarsi alla stessa ora tutte le mattine, fare sempre la stessa strada per andare in ufficio e vedere ogni giorno le stesse persone.

Perciò sarà utile cambiare alcune abitudini per rientrare al lavoro con un rinnovato entusiasmo.

Anche solo modificare l'orario della sveglia può incrementare il giusto spirito post rientro, così come anche fare una strada diversa per recarsi sul posto di lavoro o trascorrere la pausa pranzo in posti diversi o con persone diverse

Anche aggiungere o cambiare qualcosa alle abitudini quotidiane fuori dal lavoro può essere importante: pianificare dei weekend fuori porta o praticare altri sport rispetto a quelli soliti può servire a rendere più variegato il proprio svago.

Tra le attività più utili ci sono la corsa (almeno quattro volte a settimana per 20 minuti) ed esercizi di fitness come addominali, piegamenti a terra o sulle gambe e stretching. 

Ma in pochi sanno che anche saper respirare è particolarmente importante: respirare correttamente col diaframma per almeno 15 minuti (appoggiando le mani su petto e addome e inspirare profondamente dalle narici, trattenere il respiro ed espirare lentamente dalle labbra) permette di apportare maggiore quantità di ossigeno nei polmoni e nel cervello abbassando notevolmente il livello di stress.

L'IMPORTANZA DI UNA SANA ALIMENTAZIONE

Anche tornare alle corrette abitudini alimentari dopo le sregolatezze estive è indispensabile a recuperare la giusta energia per riprendere adeguatamente la propria quotidianità. 

Al rientro dalle vacanze, il consiglio è quello di dedicarsi nuovamente a un'alimentazione varia ed equilibrata.

Spesso il caldo estivo porta a consumare molti dolci tra bevande fresche, gelati e frutta in grandi quantità, motivo per cui sarà necessario assumere soprattutto vitamine (antiossidanti e del gruppo B) e sali minerali.

Soprattutto la vitamina B2 permette di ridurre il senso di stanchezza e affaticamento, mentre la B6 e la B12 contribuiscono alla normale funzione del sistema immunitario. 

Una buona colazione goduta con calma al mattino e comprensiva di cereali e frutta consente di avvalersi del giusto substrato energetico per le attività sia fisiche che mentali da svolgere nel corso della giornata, con benefici soprattutto sui livelli di attenzione e concentrazione.

Anche le proteine, a colazione, possono essere un elemento fondamentale per attivare il metabolismo, meglio se assunte tramite uova o yogurt naturale e senza zucchero. 

Per quanto riguarda i pasti nel corso della giornata, invece, seguire la dieta mediterranea avrà sempre effetti benefici sulla salute in quanto sinonimo di alimentazione equilibrata in grado di avere effetti antiossidanti e di contenimento glicemico e di colesterolo nel sangue.

Inserire qualche variazione, però, può avere effetti ancora più interessanti sul benessere quotidiano. 

Alcuni elementi provenienti dalla cucina etnica come, ad esempio, quinoa, amaranto, grano saraceno, sago e manioca sono ricchi di proteine e poveri di glutine.

Questo permette al nostro organismo di beneficiare anche di ulteriori elementi nutrienti indispensabili al suo fabbisogno giornaliero. 

Ma anche mantenere l'abitudine di fare qualche spuntino sano nel corso della giornata è importante al fine di arrivare con meno fame ai pasti.

Il consiglio è quello di godersi un piccolo spuntino a metà mattina e uno nel pomeriggio, preferibilmente a base di frutta, yougurt o cereali

Infine, mai dimenticare di bere almeno due litri di acqua al giorno lontano dai pasti per eliminare le tossine e – all'occorrenza e se possibile – associare alla propria dieta un integratore alimentare per incrementare l'apporto di vitamine, minerali e grassi polinsaturi. 

ASSICURATI UN RIENTRO TRANQUILLO

C'è però un dato di fatto che non può passare inosservato: viaggi, spostamenti e sregolatezze legate al periodo vacanziero sono spesso causa di problemi gastrointestinali al momento del rientro.

Si tratta di disguidi che possono avere luogo anche durante le vacanze, specialmente se ci si trova in luoghi dove cibo e condizioni igieniche sono diverse da quelle di provenienza. 

Ad ogni modo, se agli iniziali problemi fisiologici legati a questo inconveniente si manifestano come cronici – e se ad essi si affiancano altri sintomi come, su tutti, l'aumento della temperatura corporea – potrebbe essere in atto un'infezione sistemica.

Sarà necessario, allora, sottoporsi a importanti visite specialistiche in grado di stabilire un'adeguata terapia in seguito ad esami approfonditi e tutta una serie di accertamenti.

Ed è proprio questa incombente eventualità a costringere a far fronte, talvolta, a tempi di attesa particolarmente lunghi, per evitare i quali si potrebbe palesare l'ipotesi di ricorrere alla sanità privata gravando sulle proprie tasche in maniera non indifferente. 

Ecco perché Bene Assicurazioni S.p.A, grazie alla polizza Bene Salute, arriva in aiuto a tutti coloro che, nell’ambito della propria vita privata, hanno necessità di tutelare sé stessi e i propri cari da qualsiasi imprevisto derivante da ogni alterazione evolutiva dello stato di salute.

Con Bene Salute potrai ottenere rimborsi per visite mediche specialistiche e accertamenti diagnostici e – grazie alla sua formula a più livelli – assicurare fino a 5 persone in un unico contratto. 

Oltre a un adeguato servizio di assistenza anche a domicilio, Bene Salute ti permette di usufruire di tariffe agevolate presso il Network Sanitario Convenzionato per prestazioni sanitarie eventualmente non incluse nella copertura assicurativa selezionata.

Bene Salute mette a tua disposizione anche una centrale operativa 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 in caso di emergenze che includono anticipo delle spese mediche e secondo parere medico.

Tutto questo sarà possibile grazie a una rete di consulenti e intermediari esperti e qualificati, in grado di assisterti adeguatamente nella scelta della soluzione assicurativa su misura per te e per i tuoi familiari. 

 
Scopri di più sulla polizza Bene Salute