Cyber Security. La protezione nell'era dell'Internet Of Things

Cyber Security. La protezione nell'era dell'Internet Of Things

Scritto da Redazione il 08/05/2018

Basta dare un'occhiata alla direzione che ha preso il mondo di oggi per capire che ogni specifica attività, sia professionale che individuale, ha un fondamentale risvolto online. Negli ultimi anni è cresciuto a dismisura soprattutto il numero di professionisti che, in ogni settore, fanno largo uso delle moderne tecnologie digitali connesse alla rete.

Oltre a quella personale, anche la digitalizzazione della vita professionale necessità sempre più di un importantissimo sistema di sicurezza informatica. Il motivo risiede in una crescita esponenziale degli attacchi informatici subiti da molti privati ma anche da molte aziende. Queste vere e proprie azioni criminali prendono forza da un aggiornatissimo quoziente di evoluzione dei sistemi utilizzati dagli hacker, contro i quali si rende sempre più indispensabile un parallelo aggiornamento delle capacità di prevenzione e difesa.

LA SICUREZZA DIGITALE NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI

Quello riguardante la Cyber Security, dunque, è un argomento estremamente delicato ma assolutamente indispensabile da affrontare in quanto relativo alla vita quotidiana individuale ma anche professionale. Vista l'impennata esponenziale delle comunicazioni tramite dispositivi mobili, dell'Internet of Things e del cloud computing, l'avanzamento della digitalizzazione mondiale deve far fronte a un'esponenziale crescita di attacchi informatici specialmente in ambito finanziario, politico e organizzativo.

Non si tratta, però, solo di proteggere dati personali o finanziari. Il rischio di attacchi informatici anche nei confronti, ad esempio, di scali aeroportuali o centrali elettriche è reale e persistente in quanto capace di condizionare drasticamente la quotidianità degli individui e delle istituzioni. Qualsiasi dispositivo elettronico dotato di sensore e indirizzo IP, dalle reti aziendali ai nostri personal computer – non è più considerato di per sé sicuro e, pertanto, necessita di protezione. Non solo: in un mondo per larga parte gestito dall'Internet Of Things, cosa accadrebbe alla sicurezza stradale se un attacco hacker dovesse prendere il controllo di una vettura dotata di guida autonoma?

UNA LOTTA PER LA PROPRIETÀ INTELLETTUALE

Il concetto di Cyber Security dimostra la sua imprescindibile importanza anche nell'ambito della protezione di brevetti, strategie aziendali o qualsiasi altra innovazione in grado di apportare vantaggi competitivi rispetto a una determinata concorrenza. Informazioni del genere, se trafugate, possono provocare gravi perdite per le aziende coinvolte, situazioni estremamente sgradevoli e pericolose che non apportano solo danni intellettuali oltre che finanziari, ma compromettono anche – se non soprattutto – l'immagine e la posizione sul mercato di una determinata azienda. Siamo nel mezzo di una vera e propria guerra cibernetica dove l'obiettivo primario è quello di mantenere in sicurezza la propria incolumità economica, fisica e intellettuale. Solo nel 2017, negli Stati Uniti si sono registrati oltre 1500 attacchi di successo contro i poco più di mille dell'anno precedente e i quasi 800 del 2015, per un aumento del 45% e del 40% annuo (Fonte: statista.com).

L'IMPATTO DELLA CYBER SECURITY SUL MERCATO

Cosa accade, allora, in un contesto del genere? Uno dei primi dati importanti che si riscontrano analizzando la situazione è, ad esempio, quello riguardante la crescita della domanda di soluzioni tecnologiche per la protezione dei propri dati. Con l'enorme e incontrastabile intensificazione dell'utilizzo di strumenti digitali, occorre necessariamente rafforzare la sicurezza informatica. Pertanto, tutto ciò che sul mercato ha a che fare con la protezione dei dati digitali si rende oggetto di previsioni relative ad un forte potenziale di crescita. Secondo MarketsandMarkets, il mercato globale relativo alla Cyber Security raggiungerà i 170 miliardi di dollari entro il 2020, facendo registrare tassi di crescita annuale del 10% per servizi di firewall, anti-virus/anti-malware, servizi di ripristino d'emergenza, servizi fiduciari digitali, sicurezza dei contenuti, cloud security, crittografia, comunicazione sicura, filtraggio web, anti-spamware e soluzioni di sicurezza per la gestione delle minacce.