Dolci e Torroni a Natale? Se i consigli del dentista non bastano, ci pensa Bene!

Dolci e Torroni a Natale? Se i consigli del dentista non bastano, ci pensa Bene!

Scritto da Redazione il 24/12/2018

Ci siamo. Natale è finalmente arrivato e, con lui, anche quel piacevolissimo periodo dell'anno in cui, in barba alla dieta, ci si concede un po' di tutto a tavola.

Ma se la linea durante le feste può anche essere l'ultimo dei nostri pensieri, c'è un aspetto che non si dovrebbe mai trascurare: l'igiene dentale.

Sì perchè se per qualche chiletto di troppo c'è sempre rimedio, coi denti non si scherza.

E tra dolci, caramelle, torroni e banchetti degni della Royal Family, carie e malattie gengivali sono davvero dietro l'angolo.

Ma, a Natale, come si fa a sedersi a tavola e non gustarsi ogni prelibatezza?

Può sembrare difficile, è vero, ma in realtà ci sono tantissimi alimenti che, uniti a qualche piccolo accorgimento, possono aiutarci a mantenere i nostri denti sani anche durante le feste.

Vediamo insieme come fare allora a limitare i danni che una dieta ricca di dolci, bevande zuccherate e pranzi particolarmente lunghi - come quelli a cui saremo "sottoposti" nei prossimi giorni - possono provocare.

NON AVERE FRETTA

Anzitutto il consiglio degli esperti è quello di evitare di mangiare per tante ore consecutive.

Una pausa di un paio d’ore tra un pasto e l’altro permetterà, infatti, alla saliva di ripristinare un ambiente equilibrato in bocca preservandone la salute, diminuendo il rischio di contrarre carie e gengiviti e tenendo anche sotto controllo la proliferazione di tartaro.

«Durante le festività – spiega Jacopo Gualtieri, odontoiatra dell’European association for osseointegration (Eao) e dell’Ospedale San Raffaele di Milano – i pasti si protraggono per ore e non si riesce a effettuare una corretta pulizia del cavo orale, per cui aumenta vertiginosamente la possibilità di sviluppare carie. Per non correre rischi sarebbe necessario spazzolare i denti dopo ogni pasto e passare il filo interdentale. Se ci si trova da parenti o amici però si può sempre optare per una gomma da masticare senza zucchero o per dei risciacqui della bocca con un collutorio».

In qualsiasi caso, però, l'importante è non avere fretta.

Contrariamente a quanto si può pensare infatti, precipitarsi al lavello subito dopo aver mangiato cibi acidi, aumenta il loro effetto rovinoso.

Meglio allora aspettare circa un’ora, prima di darsi da fare con lo spazzolino.

GLI ALLEATI SULLA TAVOLA

Quanto al cibo, invece, va detto che consumare molti carboidrati come pane o pasta, senza accompagnarli a proteine, formaggi, frutta e verdure, può pregiudicare la nostra salute orale.

Gli zuccheri contenuti nei carboidrati, infatti, se combinati ad alcuni batteri presenti normalmente in bocca, facilitano lo sviluppo di acidi che possono esporre i denti alla formazione di carie.

Mangiare, invece, alternandoli a verdure, frutta, e/o latticini protegge i denti dai fattori cariogeni.

In particolare, broccoli, sedano e carote sono nostri preziosi alleati in quanto, contengono vitamina A, che aiuta a rinforzare lo smalto dei denti.

Anche i benefici della frutta secca non sono da sottovalutare.

Le noccioline (non salate, se possibile), ad esempio, contengono calcio e vitamina D, elementi di vitale importanza per la salute orale (e generale).

Le noci invece contengono fibre di zinco, potassio, acido folico, ferro, tiamina, magnesio, vitamina E e B6: tutti elementi che svolgono un ruolo importante nel mantenere i denti e le gengive sani.

Formaggi, latte e yogurt contengono invece caseina e siero, lipidi, calcio, fosforo, anch’essi alleati contro la carie.

UN SORRISO SMAGLIANTE

Sebbene, poi, avere i denti bianchi non equivalga avere i denti sani, non mancano consigli anche per chi preferisce preservare il lato più meramente estetico della propria dentatura.

E allora qual è la regola numero uno per non vedere intaccato il colore del proprio smalto?

Semplice: non eccedere con bevande scure come vino rosso, e caffè.

Quanto ai dolci, invece, gli esperti consigliano di prestare attenzione in particolare alla consistenza dei torroni: se troppo morbidi, rischiano di appiccicarsi ai denti e di corroderli, mentre se troppo duri possono portare a microfratture del dente.

GARANZIE PER LA SALUTE DENTALE

E se i consigli non dovessero bastare e le feste dovessero regalarti un brutto mal di denti, esiste un'altra soluzione: quella pensata da Bene Assicurazioni S.p.A., che all'interno della polizza Bene Salute ha voluto dedicare tutta una serie di garanzie anche alla salute orale.

Rimanendo sul terreno delle carie, ad esempio, senza sconfinare in patologie più gravi e complesse (ma per cui sono comunque previste soluzioni concrete ed efficaci), la sezione “Dental” prevede – già a partire dal primo livello di cure (la polizza ne prevede due) – la possibilità di accedere due volte all'anno a prestazioni di otturazione presso uno dei centri del Network Sanitario Convenzionato del Gruppo.

Così come sempre inclusi sono anche gli interventi di riparazione di microfratture dentiere parziali o totali (in periodo di torroni, non si sa mai).

Interessante, in questo senso, anche il pacchetto prevenzione dentaria (sempre  previsto, indipendentemente dal piano scelto) che comprende tutta una serie di servizi atti ad evitare la formazione di carie o malattie periodontali, di cui è possibile usufruire gratuitamente una volta all'anno: dagli esami clinici necessari per la diagnosi e il piano di trattamento, alle prestazioni di pulizia della bocca e ionoflurizzazione, passando anche per la possibilità di prendere parte a lezioni sul mantenimento dell'igiene orale e su come utilizzare spazzolino e filo interdentale.

E se tutto questo non fosse già abbastanza per farti sedere a tavola a cuor leggero, va anche detto che la polizza è sottoscrivibile anche in caso di preesistenze e non occorre compilare alcun questionario anamnestico.

Che aspetti, allora? Scopri di più sulla sezione “Dental” della polizza Bene salute.