Igiene orale e diabete: quando la pulizia dentale fa da garante per la salute

Igiene orale e diabete: quando la pulizia dentale fa da garante per la salute

Scritto da Redazione il 25/02/2019

Chiunque non curi a dovere la propria igiene orale è potenzialmente a rischio diabete.

È questo il risultato di una serie di indagini scientifiche rivolte allo studio dell'eventuale correlazione tra la qualità della propria pulizia dentale e l'equilibrio dei valori di glicemia.

Si tratta di un argomento troppo spesso sottovalutato anche in luce di una relazione bidirezionale, in quanto chi già soffre di diabete è più soggetto a infezioni del cavo orale.

Ma il dato più evidente riguarda una diffusa pigrizia dei nostri connazionali nei confronti della propria salute orale.

Analizzando le abitudini della popolazione italiana, infatti, si riscontrano in media solo 30 secondi di spazzolamento dei denti a fronte dei 2-4 minuti necessari per un'adeguata prevenzione.

Mettendo queste statistiche a confronto con i circa 4 milioni di casi di diabete in Italia (a cui bisogna aggiungere un altro milione di italiani che non sanno di esserne affetti), emerge un 30% di rischio di contrazione in più per chi soffre di problemi parodontali.

DALLE MALATTIE GENGIVALI AL DIABETE

Ma come influisce l'igiene orale sulla possibilità di contrarre il diabete?

Bisogna tener presente che le malattie gengivali possono avere effetti negativi sul controllo del glucosio nel sangue, contribuendo in questo modo alla progressione della malattia attraverso infezioni capaci di innalzare i valori di glicemia.

Ma c'è di più.

Secondo quanto segnalato dalla SIdP (Società Italiana di Parodontologia e Implantologia), chi già soffre di diabete è a rischio infezioni dentali tre volte più degli altri soggetti.

La parodontite, infatti, può svilupparsi in seguito a una specifica risposta immunitaria nei confronti dei batteri riscontrabili nella placca.

Questa situazione può peggiorare ulteriormente se i livelli di glicemia non vengono tenuti adeguatamente sotto controllo, a tal punto da favorire la distruzione del collagene dentale e l'infiammazione gengivale.

Tenendo ben presente soprattutto la prima delle precedenti informazioni – ovvero l'influenza della pulizia orale sul diabete – c'è da aggiungere che una scarsa igiene dentale può influire anche sull'artrite reumatoide.

Secondo ricerche svolte in Olanda e Germania, una eventuale parodontite aprirebbe il campo a un particolare microrganismo in grado di stimolare la produzione di un enzima (il PPAD) che modifica le proteine e si associa alla virulenza dell'artrite.

CONSIGLI PER UNA BUONA IGIENE ORALE

Il duplice rapporto tra igiene orale e diabete – con estensione, come abbiamo visto, anche in casi di artrite reumatoide – evidenzia quanto sia importante mantenere una buona igiene orale.

Ma come fare per garantirsi un livello costante di pulizia dentale?

Ecco di seguito alcuni semplici ma efficaci consigli.

Innanzitutto, è importante lavare i denti almeno due volte al giorno, in particolare prima di andare a dormire e in almeno un'altra occasione nel corso della giornata (prevalentemente dopo i pasti).

Gli esperti consigliano di far durare il lavaggio non meno di due minuti e di spazzolare bene l'intera superficie dentale per porre limiti alla formazione della placca.

Scegliere uno spazzolino adeguato è altrettanto fondamentale: specialmente quello elettrico garantisce una migliore precisione nel lavaggio rimuovendo facilmente placca e tartaro.

Se invece si preferisce lo spazzolino manuale, conviene preferirne uno con testina piccola (in modo da raggiungere tutte le regioni della bocca) e setole artificiali (per meglio distribuire il lavaggio, essendo quelle naturali più propense a trattenere acqua e, di conseguenza, a favorire la proliferazione di muffe e batteri).

Quanto al dentifricio da usare, conviene sceglierne uno con un buon (ma non elevato) contenuto di fluoro in quanto particolarmente in grado di prevenire la carie.

Per gli adulti, sono da preferire dentifrici con un contenuto di fluoro che va da 1350 a 1500 ppm (parti per milione), mentre per i bambini ne basta uno da circa 1000 ppm.

Non tutti sanno che è preferibile evitare di risciacquare la bocca per non diluire la concentrazione di fluoro fornita dal dentifricio e, di conseguenza, svalutare l'efficacia dell'azione protettiva.

Per quanto riguarda l'utilizzo del filo interdentale, poi, si tratta di una pratica importante soprattutto prima di lavare i denti: muovendolo dall'alto verso il basso tra un dente e l'altro, aiuta a ridurre la placca contenendo il rischio di malattie.

PER UNA MIGLIORE IGIENE ORALE C'È BENE SALUTE DENTAL

Per tenere costantemente sotto controllo la propria igiene orale – in modo da non incappare in spiacevoli inconvenienti legati anche, come si diceva, alla contrazione di malattie quali diabete o artrite reumatoide – è sempre importante mantenere la sana abitudine di sottoporsi a ripetuti controlli odontoiatrici.

E proprio in seguito a queste esigenze entra in gioco un dato di fatto importante: sempre più cittadini italiani ci rimettono di tasca propria preferendo rivolgersi alla sanità privata nonostante gli ingenti esborsi che questa scelta comporta.

Il Servizio Sanitario Nazionale italiano è indiscutibilmente tra i migliori al mondo, ma spesso capita di sottostare a tempi di attesa anche molto lunghi.

Per venire incontro alle esigenze economiche di chiunque preferisca rivolgersi a prestazioni sanitarie private pur di salvaguardare la propria salute orale, Bene Assicurazioni S.p.A. ha sviluppato la polizza Bene Salute, una soluzione assicurativa capace di offrire al contraente la possibilità di tutelare la salute sia personale che dei propri cari nell'ambito della vita privata.

Nello specifico della sua sezione “Dental”, Bene Salute consente – per quanto riguarda, ad esempio, le carie – di accedere due volte all'anno a prestazioni di otturazione presso uno dei centri appartenenti al Network Sanitario Convenzionato del Gruppo anche solo usufruendo del primo dei due livelli di cure previsti dalla polizza.

Indipendentemente dal piano scelto, Bene Salute Dental risulta importante anche grazie al suo pacchetto di prevenzione dentaria che include una vasta serie di servizi necessari a evitare la formazione di carie o la contrazione di malattie parodontali.

Grazie a Bene Salute Dental si avranno a disposizione esami clinici per diagnosi, prognosi e piani di trattamento, prestazioni di pulizia orale e ionofluorizzazione o medicazioni canalari (ovvero cura farmacologica nel corso del trattamento).

In più, Bene Salute Dental fornisce anche la possibilità di prendere parte a lezioni sul corretto mantenimento dell'igiene orale e di sottoscrivere la polizza anche in caso di preesistenze.

Il tutto senza compilare alcun questionario anamnestico. Non attendere un secondo di più.

 
Consulta subito il fascicolo informativo e prenditi cura della tua salute orale.