Pagamenti online: ecco come tutelarsi dagli attacchi informatici

Pagamenti online: ecco come tutelarsi dagli attacchi informatici

Scritto da Redazione il 16/10/2018

Secondo il sedicesimo Osservatorio Carte di Credito e Digital Payments di Assofin, Crif Nomisma e Gfk, presentato di recente in quel di Milano, i pagamenti elettronici in Italia, nel corso del 2017, sono aumentati dell'1,9%, anche se ad un ritmo inferiore rispetto all'anno precedente.

Resta stabile, invece, l'importo medio transato annuo, che si aggira sui circa 1500 euro sia nel 2016 che nel 2017.

Continua a crescere, però, il numero di transazioni effettuate (+10,2% nel 2017), confermandosi come il livello più alto degli ultimi cinque anni.

Da segnalare, inoltre, un aumento di utilizzo di carte prepagate per un netto 7,3% in più rispetto all'anno precedente, al pari di un significativo +21% di operazioni.

Si tratta di dati che, di fatto, attestano un sostanziale aumento di fiducia degli italiani nei confronti dei pagamenti elettronici sia nei negozi che online.

Osservando le stime relative all'intero 2017, i nostri connazionali hanno speso sempre più soldi effettuando acquisti online, attività che ha anche modificato radicalmente le loro abitudini di consumo.

I METODI DI PAGAMENTO ONLINE PREFERITI DAGLI ITALIANI

Ma quali sono i canali e i metodi di pagamento elettronico e online preferiti dagli italiani?

Senza dubbio la carta di credito, per molti, resta uno dei metodi più in utilizzo, anche se suscettibile di clonazione e relativo accesso al proprio conto corrente da parte di eventuali malfattori esperti in caso di furto.

Proprio per situazioni del genere, però, le grandi compagnie, negli ultimi anni, hanno introdotto sistemi e dispositivi di sicurezza estremamente efficaci e in grado di rendere le carte molto più affidabili rispetto al passato.

Per prevalenti ragioni di sicurezza, anche le carte prepagate godono di un corposo utilizzo da parte dei consumatori italiani.

Soprattutto Postepay, la carta ricaricabile emessa da Poste Italiane, permette di depositare facilmente il quantitativo di denaro necessario ad effettuare i propri acquisti, sia online che nei negozi fisici. Avendo eventualmente accesso solo ed esclusivamente al quantitativo di denaro caricato su di essa, la carta ricaricabile non permette intromissioni in conti correnti in caso di malaugurato furto.

Negli ultimi anni, però, ha preso largamente piede il cosiddetto "eWallett", ovvero il portafoglio virtuale. In questo specifico ambito, il servizio più utilizzato per gli acquisti e i movimenti online è Paypal, una piattaforma online che permette di creare un proprio conto in cui depositare denaro per effettuare acquisti online.

Dotato di alti livelli di sicurezza, Paypal protegge in maniera molto solida i dati personali dell'utente, non comunicandoli mai al sito da cui si acquista e sottoponendo i portali che desiderano utilizzare questo metodo di pagamento a rigorosissimi controlli e screening mirati ad accertarne l'onestà e l'affidabilità.

Sicuramente molto utilizzate dagli italiani, anche se non su vastissima scala, sono anche le App bancarie così come anche i sistemi di Home Banking, prevalentemente utilizzati per verificare il saldo del proprio conto ma, spesso, anche per fare shopping online.

SICUREZZA E AFFIDABILITÀ

Essendo diventata ormai un'abitudine per milioni di italiani, la domanda che sorge spontanea in merito agli acquisti online si basa su un desiderio di sicurezza assoluta garantita da tutti questi moderni sistemi di pagamento.

Senza ombra di dubbio, il primo controllo che un utente può e deve immediatamente fare quando accede ad un sito web di e-commerce consiste nell'accertarsi che quel sito utilizzi il protocollo di sicurezza HTTPS (le prime lettere che compongono l'URL del sito).

Se è presente questo protocollo, non c'è alcun rischio che i nostri dati finiscano nelle mani degli hacker.

Utilizzare Paypal, tuttavia, resta uno dei metodi più sicuri in assoluto, nonché di più facile utilizzo grazie alla possibilità di creazione di un account gratuito al quale agganciare una carta di credito o prepagata per effettuare spostamenti di denaro in tutta tranquillità.

Al momento di un acquisto online, sarà unicamente Paypal a toccare e spostare i soldi dal vostro conto a quello del venditore, senza permettere a nessuno di accedere ai vostri dati. In molti forse non lo sanno ma tra i metodi di pagamento più sicuri in circolazione c'è lo smartphone.

Proprio così: molte aziende hi-tech hanno sviluppato e lanciato un proprio servizio per effettuare pagamenti attraverso apposite App in grado di utilizzare la tecnologia NFC (Near Field Communication: una connettività senza fili bidirezionale a corto raggio per un massimo di 10 centimetri) capace di fare del proprio smartphone anche una sorta di vero e proprio portafoglio digitale.

QUALCHE CONSIGLIO UTILE

Se il vostro metodo di pagamento online prediletto prevede l'utilizzo di una carta prepagata, accertatevi della correttezza dei sistemi di pagamento accettati dal sito sul quale effettuate l'acquisto.

In genere, i siti di e-commerce dispongono di sistemi di pagamento adeguati a fornire all'utente tutti i dati necessari per tenere sotto controllo le proprie transazioni.

È altamente sconsigliato, invece, concludere trattative private con pagamenti da effettuare direttamente al venditore tramite una ricarica della sua carta prepagata, poiché si tratta di operazioni non tracciabili e, di conseguenza, suscettibili di truffa.

Se utilizzate abitualmente sistemi di Home Banking, poi, è consigliabile accedere al portale della propria banca digitando direttamente l'indirizzo nell'apposita barra di navigazione e controllare che il nome sia scritto correttamente (i motori di ricerca, come anche indirizzi noti ma con lettere mancanti nell'URL, possono indirizzare erroneamente a siti paralleli appositamente creati per somigliare a quelli reali e attirare vittime per raggiri online).

Non cliccate mai, inoltre, su link che rimandano al sito della vostra banca ma presenti in e-mail o sms sospetti.

Una volta aperto il sito del vostro Home Banking, poi, è sempre bene cliccare sull'icona a forma di lucchetto presente sulla sinistra (destra se si usa Internet Explorer) della barra di navigazione per accertarsi che la connessione sia protetta.

È importante installare e tenere sempre aggiornati dei buoni antivirus (sia su pc che dispositivi mobili) e utilizzare esclusivamente App ufficiali soprattutto per Mobile Banking.

In caso di furto o smarrimento, occorre informare immediatamente la propria banca per interrompere il servizio.

Per effettuare in sicurezza i propri acquisti su portali di e-commerce, inoltre, evitate di effettuare transazioni online utilizzando computer condivisi o postazioni in luoghi potenzialmente poco sicuri (alberghi, internet point) e assicuratevi di aver effettuato il "log-out" dal sito di vendita una volta terminata l'operazione.

È importante anche utilizzare credenziali diverse per autenticarsi sui vari siti utilizzati, così come anche evitare assolutamente di effettuare il salvataggio automatico delle password sui programmi di navigazione ed eliminare i cookies (i file i autenticazione che vengono creati quando si visita un sito web) al termine della sessione (se si procede da computer, può essere utile il programma gratuito CCleaner per una migliore pulizia di tracce d'uso e protezione della privacy).