Trend viaggi 2019: la vacanza si fa smart ma i rischi restano invariati
Autore: Nome Cognome - 19/03/2019

Trend viaggi 2019: la vacanza si fa smart ma i rischi restano invariati

Scritto da Redazione il 18/02/2019

L'anno è iniziato da poco e le previsioni relative ai trend di viaggio per tutto il 2019 cominciano a dare i loro frutti.

Stando a quanto si evince da ricerche di mercato, recensioni e statistiche relative alle modalità e alle finalità di viaggio, lo studio portato avanti da Booking.com (noto sito di prenotazioni per hotel) evidenzia diverse categorie di selezione delle vacanze in base alle preferenze degli utenti.

Tra queste, ad esempio, figura la considerazione del viaggio come fondamentale occasione per conoscere se stessi e realizzarsi come persona: crescere e imparare è, infatti, l'obiettivo di moltissimi viaggiatori, in larga parte interessati a scambi culturali ma anche rivolti a prestazioni di volontariato o formazione professionale.

La tecnologia la fa da padrona anche e soprattutto in questo ambito, dimostrando come una larghissima fetta di viaggiatori preferisca farne uso, oltre che per le prenotazioni, anche per il tracciamento dei bagagli in tempo reale e la gestione di tutte le fasi del viaggio.

All'incedere tecnologico fa da supporto anche la necessità di personalizzare le proprie vacanze in base a gusti ed esigenze, mentre aumenta il grado di consapevolezza e sostenibilità legato alla scelta delle mete.

Si tratta di un aumento dell'attenzione da parte dei viaggiatori nei confronti, ad esempio, dell'eventuale impatto negativo del turismo sulla vita della popolazione del luogo in cui ci si reca o relativo a un elevato livello di sensibilizzazione alle questioni ambientali.

I RISCHI RESTANO DIETRO L'ANGOLO

Tuttavia, alla crescente capacità di personalizzare esperienze di viaggio e al migliorare delle tecnologie che rendono sempre più facile progettare vacanze su misura, corrisponde una costante permanenza di problematiche da affrontare o da tenere sotto controllo per evitare di incappare in spiacevoli inconvenienti.

Tra i principali problemi che possono insorgere nel corso della propria vacanza, ad esempio, resta la possibilità di ritrovarsi in alloggi non corrispondenti alla descrizione presente sui vari siti di prenotazione online.

Ma frequenti sono anche i disguidi riscontrabili in annullamento, ritardo o cancellazione di voli, così come situazioni di overbooking e furto, smarrimento o danneggiamento dei bagagli.

Spesso, nella località prescelta può anche accadere di ritrovarsi vittima di truffe che possono prevedere, malauguratamente, anche danni alla persona.

Proprio i turisti, infatti, sono un boccone succulento per furbi e criminali che puntano sulla mancata conoscenza della lingua e delle abitudini locali.

Accade spesso che al cospetto del viaggiatore, ad esempio, diversi prezzi vengano ingiustamente fatti lievitare (soprattutto su taxi da e per gli aeroporti), richiesti anticipatamente rispetto alle prestazioni o che ci si trovi costretti a pagare qualcosa per cui non occorre spendere soldi.

Frequenti sono anche disguidi riscontrabili al cambio valute, dove si presentano tassi di cambio ai limiti dell'usura.

QUALCHE CONSIGLIO UTILE

Va da sé che, per evitare di scivolare in situazioni del genere, occorre informarsi bene su moneta, usi, costumi ed eventuali problematiche riguardanti il luogo in cui si sceglie di andare, mantenendo anche un occhio di riguardo per l'ubicazione delle forze dell'ordine locali.

In ambito organizzativo, conviene senza dubbio non dimenticarsi di acquistare il titolo di viaggio con un giusto anticipo necessario a non pagare cifre esorbitanti. Soprattutto per i voli, infatti, più ci si avvicina alla data prescelta per il viaggio e più aumenta il costo del biglietto.

Per garantirsi voli low cost, in molti sostengono che i giorni ideali per comprare i biglietti aerei sono il martedì e il mercoledì, periodo in cui le compagnie aeree, solitamente, rimettono in vendita i titoli di viaggio rimasti invenduti nel fine settimana.

Un altro consiglio utile è quello di non avere fretta.

Che si voglia organizzare il viaggio da soli o affidarsi a un agente di viaggio, i cosiddetti “pacchetti” non sempre dimostrano di essere flessibili, economici e vantaggiosi.

Ovviamente dipende dai casi, ma è sempre bene prendersi il tempo necessario ad effettuare ricerche e far combaciare date, tempi e spese, magari affidandosi a qualche buona agenzia o a uno dei tanti siti comparatori di prezzi che oggi spopolano online.

A proposito di spesa, conviene sempre effettuare in banca il cambio di valuta prima di partire e, allo stesso tempo, non calcolare di mantenere un budget fisso per il viaggio: non capita praticamente mai di spendere esattamente la cifra preventivata nell'organizzazione del viaggio, essendoci sempre ulteriori spese come tasse locali o aeroportuali, pasti a bordo, mance o pedaggi.

Quanto ai problemi riguardanti l'eventualità di smarrimento dei bagagli, la prima cosa da fare è recarsi all'ufficio bagagli smarriti dell'aeroporto e firmare il modulo di reclamo allegando il proprio biglietto aereo.

Si riceverà un codice associato al bagaglio perduto (PIR), utile per presentare richiesta di risarcimento alla compagnia aerea di riferimento.

Se il bagaglio, invece, risulta danneggiato, si può esporre richiesta di rimborso entro 7 giorni.

LA SOLUZIONE SMART È AMERIGO.IT

Malgrado ogni specifico accorgimento, quando si è in viaggio può sempre capitare di incorrere in spiacevoli inconvenienti che mettono a rischio la propria incolumità o quella dei propri bagagli.

La soluzione ideale, allora, è quella di tutelarsi stipulando un'adeguata polizza assicurativa.

Per questo c'è Amerigo.it, l'innovativa polizza targata Bene Assicurazioni S.p.A. che garantisce il rimborso per le spese mediche (erogato in forma diretta, quindi senza anticipo da parte dell’assicurato) e per quelle relative allo smarrimento o al danneggiamento dei bagagli.

Amerigo rimborsa l'assicurato anche in seguito a furto, rapina, scippo e incendio del bagaglio – includendo anche abiti e oggetti portati in viaggio – e fornisce assistenza a 360°, consulenza medica telefonica, copertura delle spese di prolungamento del soggiorno in caso di infortunio o malattia dell'assicurato e servizio di interpretariato in caso di difficoltà linguistiche ed eventuale assistenza legale.

In caso di ritardata (non inferiore alle 8 ore) o mancata riconsegna del bagaglio da parte del vettore, la polizza Amerigo prevede anche il rimborso – entro la somma assicurata – delle spese sostenute e documentate per gli acquisti di prima necessità effettuati non oltre la fine del viaggio e per il rifacimento o la duplicazione dei propri documenti personali (carta d'identità, patente, passaporto) andati perduti.

Ma c'è molto di più. Proprio in qualità di prodotto rivoluzionario particolarmente adatto alle esigenze della modernità, Amerigo è a prova di Millennials grazie alla sua capacità di fornire preventivi dettagliati in meno di 10 secondi.

Attraverso un'interfaccia particolarmente rapida e intuitiva, Amerigo permette di personalizzare le proprie esigenze per individuare le garanzie necessarie alla propria copertura assicurativa.

Grazie alla sua conformazione “smart”, Amerigo facilita l'acquisto della polizza in modalità full digital, ovvero anche all'ultimo minuto tramite smartphone e in maniera assolutamente sicura (con carta di credito o Paypal) e intuitiva.

Il tutto, ovviamente, avendo sempre a disposizione la professionalità e la competenza di intermediari assicurativi.

 
Richiedi qui il preventivo gratuito per il tuo prossimo viaggio.