Come proteggersi dal caldo estivo? Ecco alcuni consigli utili
Autore: Nome Cognome - 19/03/2019

Come proteggersi dal caldo estivo? Ecco alcuni consigli utili

Scritto da Redazione il 15/07/2019

Caldo, caldo, caldo e ancora caldo.

In questo ultimo periodo, su tutto il territorio nazionale le temperature hanno fatto registrare fino a 40°C esterni mettendo a dura prova la nostra resistenza dentro e fuori le mura di casa.

Soprattutto il mese di giugno è stato da record, secondo alcuni addirittura il più caldo della storia in quanto caratterizzato da un'ondata eccezionale di calore che ha coinvolto l'intera Europa occidentale con picchi proprio nel nostro Paese.

Anche luglio, però, non sta scherzando affatto, motivo per cui – malgrado qualche fugace temporale con leggeri cali di temperatura e giornate più ventilate – ci ritroviamo comunque a boccheggiare mentre cerchiamo di goderci un po' di meritato riposo in casa o nelle località che abbiamo scelto per le nostre vacanze.

Ma come fare a goderci il nostro sacrosanto relax senza continuare a scaraventarci sotto la doccia nel disperato tentativo di rinfrescarci?

Ad alcuni sembra impossibile, presi dallo sconforto del rendersi conto che aprire le finestre per far arieggare i locali della propria abitazione, talvolta, significa ospitare in casa vere e proprie ondate di calore e umidità.

Eppure una soluzione c'è.

Anzi, più di una.

COME SOPRAVVIVERE 

SENZA ARIA CONDIZIONATA

Soprattutto chi vive o soggiorna in appartamenti privi di aria condizionata desidera un refrigerio costante o quantomeno ideale a garantire un po' di frescura alle mura di casa.

Ma un metodo per difendersi dal caldo quotidiano anche senza condizionatore c'è ed è anche abbastanza semplice da mettere in pratica.

Chi non dispone di aria condizionata all'interno del proprio appartamento, infatti, in primis dovrà cercare di isolare al meglio la propria abitazione in particolare nelle ore più calde della giornata.

Questo vuol dire che sarà preferibile chiudere persiane e finestre isolando gli ambienti interni anche attraverso adeguati tendaggi.

Così facendo, si riuscirà a evitare una sorta di effetto serra tra le mura di casa: se le finestre vengono tenute chiuse nelle ore in cui il sole picchia di più, ci si concede la possibilità, nel migliore dei casi, di abbassare la temperatura interna anche di 10 gradi.

È importante, però, fare attenzione alla gestione dell'ambiente interno anche nelle ore notturne.

Capita spesso, infatti, di non riuscire a prendere sonno perché il materasso è praticamente bollente e il nostro corpo continua a sudare ininterrottamente.

Ebbene, per riuscire a rinfrescare la nostra abitazione anche di notte conviene operare in funzione preventiva.

Per esempio, se l'ambiente interno è ancora caldo e afoso prima di dormire, una delle cause – oltre alle temperature del periodo, ovviamente – può essere il tipo di illuminazione serale dei locali.

Le normali lampadine, infatti, trasformano in calore circa il 90% della loro energia. Sostituendole con lampade LED, allora, si potrà ridurre la temperatura interna dell'abitazione.

Anche evitare di accendere i fornelli optando per una cena fresca aiuterà a non surriscaldare l'ambiente, così come staccare dalla presa di corrente gli elettrodomestici non utilizzati.

CONSIGLI PER TUTTI I GIORNI

Nella vita estiva anche al di fuori della propria abitazione, poi, i consigli si fanno più variegati ma restano sempre orientati verso una continua garanzia di riparo da caldo e afa.

In primis, è estremamente importante evitare di uscire all'aria aperta nelle ore più calde della giornata (generalmente tra le 11 e le 18).

Se si sceglie comunque di farlo o se si hanno impegni improrogabili, è sempre bene indossare un cappello di colore chiaro e un buon paio di occhiali da sole.

Scegliere un abbigliamento leggero (all'aperto come anche in casa), inoltre, consente una migliore traspirazione della cute e un adeguato assorbimento del sudore, in particolar modo se si indossano abiti non aderenti e lavorati in fibre naturali.

Al contempo, ridurre l'attività fisica (specialmente nelle ore più calde) permette di percepire meno fatica e calore aggiuntivo da essa derivante, mentre fare bagni e docce con acqua tiepida – o anche bagnarsi viso e braccia con acqua fresca – garantisce un buon controllo della temperatura corporea.

In caso di temperature particolarmente elevate, può essere molto utile anche tenere un panno bagnato sulla nuca.

Tra i consigli fondamentali, però, c'è ovviamente quello di bere almeno due litri di acqua al giorno evitando alcolici, limitando l'assunzione di bevande gassate o troppo fredde e mantenendo un'alimentazione fatta di frutta e verdura.

UNA GARANZIA CONTRO I MALORI 

Tuttavia, nonostante la comprovata efficacia di questi consigli, fastidi e malori da alte temperature sono sempre in agguato.

Dal semplice cerchio alla testa al calo drastico di energie fisiche, sono tanti i sintomi riconoscibili.

Proprio il mal di testa, ad esempio, può essere indice di tracollo fisico se si mantiene costante e provoca un senso di pesantezza che cinge la fronte, debolezza e sonnolenza.

Se a tutto ciò si unisce anche una certa secchezza della gola legata a una forte voglia di bere, lo svenimento è davvero vicino.

In molti, poi, a seguito di ondate di afa e calore, avvertono anche un leggero senso di nausea e conseguente inappetenza.

Nei casi peggiori, possono farsi vivi anche tachicardia, crampi e dolori al petto capaci di provocare non pochi timori sul proprio stato di salute.

Nel caso in cui dovessero presentarsi anche solo alcuni di questi sintomi, sarà necessario contattare il proprio medico di famiglia o la guardia medica.

In casi di emergenza, una telefonata al 118 può salvare da situazioni drastiche.

Se, poi, si sente il bisogno di sottoporsi ad eventuali controlli per scongiurare ogni inconveniente fisico, il rischio è quello di incappare in tempi d'attesa lunghi ed eventuali spese per sanità privata particolarmente elevate.

Ecco perché c'è anche un'altra soluzione che permette di salvaguardare il proprio stato di salute ben prima del verificarsi di eventuali problematiche legate a caldo e afa, ed è quella proveniente da una buona polizza assicurativa.

Bene Assicurazioni S.p.A, nello specifico, mette a disposizione la polizza Bene Salute per garantire una soluzione concreta a tutti coloro che, nell’ambito della propria vita privata, hanno necessità di tutelare sé stessi e i propri cari da qualsiasi imprevisto derivante da ogni alterazione evolutiva dello stato di salute.

Bene Salute garantisce rimborsi per visite mediche specialistiche e permette – grazie alla sua formula a più livelli – di assicurare fino a 5 persone in un unico contratto.

A questo si aggiunge anche un'adeguata tutela legale e un efficiente servizio di assistenza (anche a domicilio).

Bene Salute permette anche di usufruire di tariffe agevolate presso il Network Sanitario Convenzionato per prestazioni sanitarie eventualmente non incluse nella copertura assicurativa prescelta.

Grazie alla polizza Bene Salute si avrà anche a disposizione una centrale operativa 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per far fronte a situazioni di emergenza che includono consegna di medicinali all'estero o a domicilio, anticipo delle spese mediche e secondo parere medico.

Senza contare l'accesso gratuito – nella formula estesa – a un utilissimo pacchetto prevenzione.

Il tutto attraverso la guida e l'assistenza di una rete di intermerdiari e consulenti reali in grado di studiare una soluzione assicurativa su misura per garantire benessere e serenità a te e ai tuoi familiari.

 

Scopri di più sulla polizza Bene Salute