Area Riservata

Assicurazioni

Tutte le polizze di Bene per veicoli, persone e imprese.

Scopri tutta la nostra offerta

Assistenza

Tutte le informazioni utili per ricevere assistenza.

Che cos’è il risarcimento diretto (CARD)

Il risarcimento diretto è la procedura di rimborso assicurativo che, in caso di incidente stradale, consente ai danneggiati non responsabili (o responsabili solo in parte) di essere risarciti direttamente dal proprio assicuratore.

Quando si applica la procedura di risarcimento diretto?

In caso di incidente dovuto a una collisione tra due veicoli a motore, entrambi con targa italiana, identificati e regolarmente assicurati. È applicabile anche per risarcire i danni al veicolo ed anche i danni subiti dal conducente e dai passeggeri.

Ricorda: questa procedura si applica solamente se i veicoli entarti in collisione durante l'incidente sono entrambi assicurati con Compagnie che hanno aderito alla Convenzione tra assicuratori per il risarcimento diretto (CARD).

Come puoi attivare questa procedura?

Presenta la denuncia di sinistro, compilata utilizzando il modulo CAI (detto anche constatazione amichevole d'incidente o modulo blu. Questo è il modulo CAI di Bene Assicurazioni), e la richiesta di risarcimento alla tua Compagnia che, una volta accertata la tua totale o parziale ragione, risarcirà i danni.

La Compagnia ti assisterà in ogni momento, spiegandoti i tuoi diritti in qualità di parte danneggiata nell'incidente e tutti i passaggi necessari ad avviare la procedura di risarcimento diretto.

Ricorda: se il modulo CAI è firmato da entrambi i conducenti e/o gli assicurati, si accorciano i tempi del risarcimento.

Quando non si applica il risarcimento diretto?

Non è possibile avvalersi di questa procedura di rimborso diretto in caso di:

  • Incidente accaduto all’estero;
  • incidente con più di due veicoli;
  • assenza di collisione diretta tra i veicoli;
  • incidente in cui è coinvolto un ciclomotore non munito della nuova targa (nuovo sistema di targatura previsto dal D.P.R. 6 marzo 2006, n. 153);
  • danni gravi alla persona del conducente. In questo caso, la procedura può tuttavia applicarsi al rimborso per i danni al veicolo e alle cose trasportate, mentre per i danni gravi alla persona occorre rivolgersi alla Compagnia del veicolo responsabile dell'incidente.

La denuncia del sinistro

Ricorda che la denuncia è obbligatoria anche se hai torto, se hai responsabilità totale nel sinistro.

La mancata presentazione della denuncia, qualora per questo motivo sia derivato un pregiudizio alla Compagnia, può comportare il diritto della stessa Compagnia di rivalersi in tutto o in parte nei tuoi confronti per il danno risarcito.

Le possibili risposte della Compagnia

Se hai ragione, in tutto o solo in parte, la Compagnia ti comunicherà un’offerta di risarcimento.

Se la richiesta di risarcimento è completa di tutte le informazioni necessarie per la valutazione del danno, la Compagnia deve risponderti:

  • Entro 30 giorni per i danni al veicolo e alle cose se il modulo CAI è stato firmato da tutti e due i conducenti o assicurati dei veicoli coinvolti;
  • entro 60 giorni per i danni al veicolo e alle cose se il modulo CAI non è stato firmato da tutti e due i conducenti o assicurati dei veicoli coinvolti;
  • entro 90 giorni per i danni alla persona del conducente e dei trasportati proponendo l’offerta di risarcimento o spiegando i motivi per cui non è tenuta a risarcire il danno (per esempio, perché risulta una tua responsabilità totale).

Se la richiesta di risarcimento non è completa, la Compagnia ti chiederà le integrazioni necessarie entro 30 giorni e i termini per la sua risposta sono sospesi fino a quando non avrai inviato i dati mancanti.

Se i danni non rientrano nella procedura di risarcimento diretto, la Compagnia ti comunicherà i motivi di esclusione dalla procedura e, a seconda dei casi, invierà la tua richiesta all’altra Compagnia di assicurazione coinvolta, se nota, o ti inviterà a rivolgerti ad un'altra Compagnia.